Spumanti metodo Charmat 1
Gli spumanti

Spumanti metodo Charmat

Il metodo Martinotti o Charmat prevede la rifermentazione in grandi autoclavi e consente di mantenere profumi e sapori del vino che non vengono cosi coperti da quelli sviluppati dai lieviti. Il metodo Martinotti viene utilizzato per vinificare vini giovani, di facile beva e profumati.

Il metodo Charmat di base consente un tempo di permanenza sui lieviti da 30 a 90 giorni, se invece il tempo passa da 90 giorni a 12 mesi si parla di metodo Charmat lungo.

Se il vino rimane sui lieviti per un tempo superiore a 80 giorni si può definire VSQ Vino Spumante di Qualità.

Vino base

Prima di tutto viene fatto l’assemblamento dei vini base a bassa temperatura per renderlo stabile

Filtrazione

Viene eseguita una prima filtrazione

Rifermentazione

Avviene poi la seconda fermentazione che deve essere di almeno 80 giorni per rendere il prodotto VSQ. Se il tempo di permanenza sui lieviti supera i 90 giorni si parla di Metodo charmat lungo.

Filtrazione isobarica

Viene eseguita poi un’altra filtrazione definita isobarica in cui vengono separati i sali precipitati dell’acido tartarico post stabilizzazione.

Dosaggio

Avviene poi il dosaggio, con stessa denominazione usata con gli spumanti metodo classico

SpumanteResiduo zuccherino
Pas Dosé e Brut Nature<3 g/l
Extra Brut0-6 g/l
Brut6-12 g/l
Extra Dry12-17 g/l
Sec, Dry17-32 g/l
Demi-sec32-50 g/l
Dolce> 50 g/l

Imbottigliamento

Anche l’imbottigliamento avviene in ambiente isobarico con tappi di sughero

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *