Recensione libro: Contagioso di Jonah Berger 1
Marketing del vino

Recensione libro: Contagioso di Jonah Berger

Il libro Contagioso di Jonah Berger cerca di dare risposte alle domande:
Perché un prodotto ha successo ed un altro no? La risposta non è grazie alla pubblicità; le persone non danno retta agli spot; preferiscono ascoltare il parere degli amici.

Il concetto che più mi è piaciuto? Valuta Sociale. La maggior parte delle persone, scrive Berger, aspira ad apparire intelligente e interessante agli occhi degli altri.

Condividiamo quello che ci fa fare bella figura con gli altri, che ci fa trasmettere una immagine positiva di noi.

Dobbiamo quindi lavorare su messaggi che includano prodotto e contenuti che siano originali e lo facciano sembrare parte di qualcosa di esclusivo.

Pensiamo quindi alle esperienze enogastronomiche, alle visite in cantina, al legame che si deve mantenere con l’utente, d’altra parte il turista enogastronomico è quello che è più propenso a spendere, oltre a spendere con noi, pensiamo alla valuta sociale che potremmo restituirgli.

Jonah Berger, è docente di marketing alla Wharton School, specializzato in word of mouth, viral marketing, social influence e In questo libro, che combina studi innovativi e storie coinvolgenti, svela i meccanismi segreti del passaparola e della trasmissione sociale e mostra i sei punti di forza che deve avere una campagna per rendere contagiosi prodotti e idee.

Il libro “Contagioso” fornisce quindi delle pratiche applicabili per creare lanci pubblicitari, diffondere informazioni, ideare cose o messaggi che la gente amerà e condividerà.
E’ un libro utile sia al management di una grande cantina, ma anche per chi si viole approcciare ad un marketing molto più umanistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *