Kroz Bianco 2017 Villa Corniole 1
Degustazioni

Kroz Bianco 2017 Villa Corniole

Sopra l’ abitato di Mezzocorona (TN) si erge il Monte Corona, localmente chiamato Kroz Bianco, un’isola calcarea circondata dal porfido. Ed è li che nasce il “Kroz” bianco di Villa Corniole, dalle vigne ubicate a quasi 800 metri di altitudine alle pendici del Monte Corona: il monte si vede e si sente nel bicchiere.

E’ un blend di Chardonnay e Muller Thurgau con le uve vinificate separatamente, in bianco ed interamente in acciaio per le uve Muller Thurgau mentre il 50% delle uve Chardonnay fermenta in botti di rovere.

È un vino dal bouquet interessante con famiglie aromatiche quali il fruttato con agrumi e frutti tropicali, ma soprattutto con una nota minerale che si ripropone anche alla beva. Al palato risulta morbido, sapido e minerale, fresco da abbinare ad aperitivi, piatti di pesce e carne bianca.

Molto interessante l’etichetta che richiama il monte, sono cose che noto, come deformazione professionale probabilmente; infatti le etichette e il loro redesign è stato un tema dei discorsi con Linda, una delle tre figlie che si occupano della parte commerciale-marketing della cantina.

Kroz Bianco 2017 Villa Corniole 3
Etichetta Kroz Bianco

Non si può non comunicare

Paul Watzlawick

D’altra parte fare un ottimo prodotto è il punto di partenza, non ci comunica solo con la voce, ma anche con il comportamento e nei casi in cui, il consumatore è da solo davanti alla bottiglia, anche l’etichetta diventa un touchpoint di comunicazione.

[rwp_box id=”0″]

Ti è piaciuto ?

Valutazione media 0 / 5. 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Grazie per il tuo voto

Seguici su Facebook

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *