La scelta 1
Il mio vigneto

La scelta

Febbraio2020. Perchè ho scelto di piantare barbatelle? Principalmente per due motivi: 1) Perchè voglio provare a fare il vino, a sbagliare e perchè visto che studio il corso sommelier perchè non seguire da vicino le viti?

So che sbaglierò molte cose, ma penso che dall’errore e dall’osservazione potrò imparare molte cose.

Ho scelto così di piantare una trentina tra barabatelle e viti di due anni di Aromera e Pölöskei Muskotály, dato che mi ero fissato con i vitigni resistenti, un pò cercando online, un pò dopo aver visitato Villa Persani che mi ha fatto innamorare dell’Aromera (con il suo Aromatta) e per il fatto che se non dovessi riuscire al fare il vino, almeno sono vitigni da vino così come da tavola. E in più dato che è presso la casa dei miei genitori, che non dovessero viverlo come un peso.

Così ho deciso di procedere all’acquisto, di preparare il terreno a Treviso, e di preparare psicologicamente i miei. Gli acquisti li ho fatti qua: Vendita piccoli frutti e Fruttidibosco.eu in entrambi i casi , acquisto, consegna e servizio clienti pre e post vendita da 5 stelle.

Così per due weekend di fila, prima del lockdown sono sceso a Treviso ho piantato le mie prima barbatelle.

Aromera

La scelta 2
Fonte: venditapiccolifrutti.eu

L’ Aromera è un vitigno bianco molto resistente alle malattie e per questo non necessita di trattamenti, Pianta dotata di un ottimo potenziale produttivo e con buone caratteristiche qualitative per la produzione di uva sia da vino che da tavola. medio-grande, medio, tondo, con buccia leggermente coriacea di colore giallo/rosa. Polpa soda e succosa, con un buon aroma fruttato. Germogliamento: 2/3° decade di aprile,Fioritura: 3° decade di giugno, Maturazione: fine settembre

Pölöskei Muskotály

La scelta 3
Fonte: Fruttidibosco.eu

Il Pölöskei Muskotály è un vitigno bianco resistente a peronospera di origine ungherese. Il grappolo è grande con l’acino grosso ed un sapore di moscato.
Varietà molto produttiva. Un’ottima uva da tavola che si adatta anche alla vinificazione.

Maturazione: fine settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *