I top vini rossi 2019 1
Degustazioni

I top vini rossi 2019

Tocca ora ai vini rossi. Proseguo la lista (non classifica) con gli vini rossi che mi hanno particolarmente colpito in quest’anno 2019. Non è quindi una classifica, ma degli appunti su vini rossi che per un particolare motivo, sensoriale o emotivo nella degustazione mi hanno colpito in modo favorevole.

Moratel Cesconi

Metti un pomeriggio di lavoro stressante che si conclude con un aperitivo con ex colleghi di lavoro. Mi siedo al tavolo, saluti di benvenuto, chiedo cosa avessero ordinato. Moratel Cesconi. Anche per me uno grazie. Il Moratel IGT è prodotto da Merlot, Lagrein, Teroldego e Cabernet da viti che in media hanno 25 anni. Il colore nel bicchiere è rosso rubino bello carico con riflessi violacei. All’olfatto risulta complesso: frutti rossi maturi, ciliegia, lamponi, ribes, ma anche cioccolato e sentori terziari dovuti all’affinamento in botti usate per circa 10 mesi. E anche in questo caso mi hanno conquistato i profumi.

Syrae Pravis

Qunado voglio provare a degustare vini nuovi capito spesso in Hostaria Toblino (come si era capito). Questa volta la scelta capita su Syrae di Pravis, un’azienda agricola peraltro non lontana da dove abito ora. Che dire…Syrah in purezza in Trentino, una bel risultato esaltato anche da 18 mesi in barrique. Morbido, ma presente come vino, floreale, ma speziato. Elegante e innovativo.

Rosso di Montalcino Lisini 2015

Una garanzia: colore rosso rubino, sentori di ciliegia, mora, viola. In bocca, abbastanza tannico, ma non invadente, caldo. Ne ho regalato una bottiglia a Natale per mio fratello. A colpo sicuro.

Eruzione Planeta

Luglio 1614: una tra le più importanti eruzioni dell’Etna per la sua durata eccezionale, per lave emesse e per area ricoperta che però si è fermata ai confini del vigneto di Sciaranuova. 91% Nerello Mascalese, 9% Nerello Cappuccio cresciti in terre nere contribuiscono a questo vino fine ed elegante.

Reboro Pisoni

Al Reboro Pisoni ci sono affezionato, tanto che ho anche investito nel progetto Your Vine, Your Wine e più volte l’ho degustato e in cantina ho ancora un ancora una bottiglia che aspetta il momento giusto…E’ un vino morbido, persistente in bocca, lascia quel gusto di prugne prugne e confettura, conti fino a 10 ed ancora là. Le uve di Rebo vengono raccolte mature e poi appassite. Non manca poi una permanenza lunga su bucce e poi in botti di rovere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *