Cambia il tuo punto di vista: focalizzati sul PAIN quando parli al tuo pubblico 1
Marketing del vino

Cambia il tuo punto di vista: focalizzati sul PAIN quando parli al tuo pubblico

Per creare un brand memorabile che possa essere ricordato, cambia il tuo punto di vista, non parlare solo di te stesso, della tua cantina, ma veicola i tuoi messaggi tramite le emozioni. Non comunicare al tuo pubblico solo i fatti, ma di loro come rendere la loro vita migliore e risolvere i loro pain.

Innanzitutto devi conoscere il tuo target, definire le personas di riferimento ed enucleare i loro pain, una volta fatto questo si può mettere mano al contenuto delle comunicazioni basandosi anche su questi sei consigli:

“Humans are pain-avoiding machines, sometimes our pain points are conscious and sometimes unconscious.”

 Christophe Morin

Consiglio 1

Quando presenti al tua azienda non parlare del “Noi” per troppo tempo, perché chi ti ascolta è interessato a risolvere i suoi pain più che sapere tutta la tua storia compresi vita morte e miracoli. Il nostro cervello è self-centered, egocentrico e si focalizza soprattutto sulla sopravvivenza.

Consiglio 2

Ogni giorno il nostro cervello riceve circa 10.000 stimoli, come possiamo fare in modo che il nostro messaggio faccia breccia rispetto ad altri? Parlando al cervello antico può essere utile anche un semplice confronto: Questa è la tua vita con il prodotto/servizio, questa la tua vita senza. Può sembrare banale, ed è proprio per questo che funziona, spesso per trasmettere il messaggio non servono troppi artifizi stilistici, tutto dipende dallo scopo. Mi ricordo quanto dura è stata far passare questo concetto nel corso della stesura di un brief per la realizzazione di un video di lancio di un prodotto, dove la critica era che il ragionamento sarebbe stato troppo semplice e gli utenti l’avrebbero banalizzato. Eppure..è proprio la semplicità che paga.

Consiglio 3

Gli occhi sono connessi direttamente al cervello antico, quindi il consiglio è rendere visivi i punti focali che compongono il messaggio da comunicare, in questo anche le infografiche possono aiutare, sono visive ed aiutano la memorizzazione dei messaggi.

Consiglio 4

Quando si comunica l’importante è essere concreti, realisti in quanto il cervello antico non è in grado di comprendere linguaggi e messaggi troppo articolati e complessi o metafore. L’utilizzo di messaggi anche pubblicitari con l’utilizzo di espressioni facciali, emozioni aiuta il cervello a decodificare velocemente l’intenzione, che sarebbe stata troppo complessa da descrivere a parola.

Consiglio 5

Quando si pensa ad un messaggio pubblicitario è importante avere una chiusura importante, che trasmetta il punto che non vogliamo che l’utent che lo vede si dimentichi, perché questo? Perché il nostro cervello da maggiore attenzione all’inizio e alla fine, in quanto deve fare un recap delle info e immagazzinarle.

Consiglio 6

Quando comunichi usa le emozioni: felicità, disgusto, paura… e non necessariamente devono essere emozioni positive, perché è più facile che le emozioni vengano ricordate dal nostro cervello.

per approfondire: https://www.cnbc.com/id/48657760

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *